REGARDLESS SATISFACTION

REGARDLESS SATISFACTION

 

“Intendo per innocente non uno incapace di peccare, ma di peccare senza rimorso. ” 

GIACOMO LEOPARDI

La luce irradia la modella per determinare il soggetto della fotografia; tuttavia il colore ne definisce l’espressione, sottintendendo la volontà nel compiere il gesto, senza provarne alcun rimorso postumo; colore assente nel resto dell’immagine, a rafforzare il senso della morte come assenza di emozioni, espressioni, calore.

P.S. la foto è tratta dal set THE WAITING realizzato da DANIELE INDIO MANENTE in collaborazione con la fotomodella DESY BARBATO nel 2010.

 

PHOTO: DANIELE INDIO MANENTE

MODELS: DESY BARBATO, THOMAS FAVARO

COPYRIGHT: DANIELE INDIO MANENTE & DESY BARBATO

SET: THE WAITING di DANIELE INDIO MANENTE e DESY BARBATO

Annunci

4 pensieri su “REGARDLESS SATISFACTION

  1. La foto è molto bella ed è molto espressiva… sono convinta che il commento che scrivi ad ogni foto aiuti noi visitatori a capirla meglio, a capire l’essenza della foto, il significato che sta sotto ad ogni singolo scatto, e magari a farla anche un pò nostra… ad esempio quel bicchiere che sta sopra il tavolo… mezzo pieno per alcuni, mezzo vuoto per altri…

  2. Grazie Elisa…in effetti il blog è stato aperto proprio con questo concetto, ovvero spiegare il perché certe foto vengono scattate proprio cosi. Per quanto riguarda il bicchiere, effettivamente io non l’avevo considerato, se non parte della scenografia, ma l’idea che ognuno veda cose oltre l’idea dell’autore è magnifica, perché è la dimostrazione che l’arte, una volta creata, vive di vita propria, discostandosi dal creatore.

    Per quel che mi riguarda il bicchiere lo vedo mezzo pieno, in quanto la modella si è annoiata della situazione già prima dell’incontro (nel set completo lei attende il suo partner/vittima con l’intento di ucciderlo), e non ha dato il tempo di consumarne tutto il contenuto.

    • Grazie mille!!! Poi detto da un maestro come te, il complimento vale il doppio!

      Fra l’altro a breve pubblicherò anche URBAN TRASH, quella che abbiamo fatto assieme io te e Silvia che avevo appeso da me in atrio. Merita molto secondo me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...